Le parrocchie di Regalpetra

Scaffale delle opere – Antologia di testi

Le parrocchie di Regalpetra

Si tratta del primo vero libro di Leonardo Sciascia. Così Sciascia stesso lo considerava, tant’è che la prima raccolta delle sue Opere (quella a cura di Claude Ambroise per l’editore Bompiani, nel 1987, Sciascia vivente e, quindi, coinvolto nel progetto editoriale) parte proprio da lì, escludendo le opere precedenti.

Fu l’editore Vito Laterza a commissionare il libro a Sciascia (e, infine, a trovarne il titolo) dopo aver letto sulla rivista «Nuovi Argomenti» le Cronache scolastiche che ne costituirono il nucleo originario (con la Breve cronaca del regime).

Sciascia stesso raccontò la nascita di quel libro nell’ Avvertenza a una successiva edizione (nel 1967, sempre da Laterza) da cui estraiamo il seguente passo:

«Nel 1954, sul finire dell’anno scolastico, mentre compilavo quell’atto di ufficio che è, nel registro di classe, la cronaca (appena una colonna per tutto un mese: ed è, come tutti gli atti di ufficio, un banale resoconto improntato al tutto va bene), mi venne l’idea di scrivere una più vera cronaca dell’anno di scuola che stava per finire. […]

Nell’autunno, portai il manoscritto a Calvino. Lo lesse, gli piacque; ma troppo breve per farne un “gettone”, e lo passò alla rivista “Nuovi Argomenti”. Nel numero 12, gennaio-febbraio 1955, le Cronache scolastiche furono pubblicate. Trovandomi a Bari quando appena il numero di “Nuovi Argomenti” era uscito, Vito Laterza mi chiese di scrivere tutto un libro sulla vita di un paese siciliano».

Le pagine che riportiamo aprono il libro e ne costituiscono una sorta d’introduzione che ne spiega scopi e significati e può fungere da introduzione (come infatti fungeva nell’edizione Bompiani delle Opere) a tutta l’opera di Leonardo Sciascia.

Privacy | Note legali

Questo sito utilizza cookie solo per facilitarne il suo utilizzo,  scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie (premere OK per continuare).